Undici giorni a Lima

Arrivo a Miraflores in un caldo lunedì pomeriggio dopo un lungo viaggio in autobus da Cusco. Mi trovo in una enorme metropoli di 11 milioni di abitanti, un terzo della popolazione totale del Perù. Fa molto caldo ma Lima si affaccia sull’Oceano Pacifico e la brezza del mare rende il clima più piacevole. Certo è

Cenni su Ricardo Palma

Fonte: Wikipedia Manuel Ricardo Palma Carrillo (Lima, 7 febbraio1833 – Lima, 6 ottobre1919) è stato uno scrittoreperuviano. Figlio di Pedro Palma Castañeda e Guillerma Carrillo, fu direttore della Biblioteca Nacional del Perú. Liberale, si rifugiò in Cile, per evitare persecuzioni politiche; indi viaggiò in Europa, rimpatriando solo nel 1876. La produzione di Ricardo Palma fu incentrata sulla narrativa. La sua fama è legata alle Tradizioni peruviane (1872-1918) e

Breve storia di Tupac Amaru II

Fonte: Wikipedia José Gabriel Condorcanqui, detto Túpac Amaru II (Tinta, 19 marzo1738 – Cusco, 18 maggio1781), è stato il capo di una rivolta indigena contro gli spagnoli del Perù coloniale. Più tardi, malgrado la sconfitta divenne una figura leggendaria nella lotta per l’indipendenza del Perù, per i diritti dei popoli indigeni e per una miriade di altre cause. Túpac Amaru II nacque col

Incontri

“Italiana?”, “Si”, “Di che parte?”, “Del Nord, del Piemonte che significa ai piedi delle montagne”, “Allora è tutta pianura?”, “No, c’è la catena montuosa delle Alpi, però la mia città si trova in pianura, dove si coltiva un riso di altissima qualità”. “Per i risotti…”, “Come si chiama la marca?”; “Non è una questione di

Inca Garcillaso de La Vega

Nato a Cusco nel 1539 e morto a Cordoba in Spagna nel 1616, fu scrittore e storiografo. Figlio di una principessa Inca, Isabel Chimpu Ocllo e del conquistadores spagnolo Sebastian Garcillaso de La Vega. Si considera il primo meticcio biologico e spirituale dell’America Latina, che seppe assumere e conciliare le sue due discendenze culturali. Si

Nasca e Le Linee

Nel centro-sud del Perù, si trova questa città di circa 50.000 abitanti, in mezzo ad una zona deserica, dove è sempre estate. Rimango molto delusa arrivandoci: vengo letteralmente assalita da pseudotassisti che mi offrono passaggi, li devo sgridare come i miei alunni, e alla fine ne resta uno che mi porta all’hostal Nanasca. Anche questa